mercoledì 27 aprile 2016

Una civetta diabolica nella chiesa di
Santa Maria a Lugnano in Teverina


A proposito dei malefici delle Civette, sono andato a visitare la chiesa di Santa Maria Assunta a Lugnano in Teverina dove si trova una scultura fantastica che ho scovato in un fascicoletto scritto dal marchese Eroli di Narni nel lontano 1903!

All'esterno della chiesa un capitello ci mostra l'ascolto della parola 'buona', quella di Dio [sotto].
All'interno la musica cambia, e l'uomo vomita la parola del diavolo...




Il marchese Eroli, già regio ispettore per i monumenti della bassa Umbria, ci guida lungo le navate della chiesa scandite da un bel pavimento cosmatesco.
Diamogli la parola...

« Camminando, le vedremo divise [le navate] da otto alte colonne, quattro per parte, i cui fusti sono costrutti a piccole pietre quadrilunghe lavorate a pelle piana, e i loro rozzi capitelli tutti variati.
Sei presentano foglie di assai brutto ineguale intaglio e specie con mascheroncini aggiunti, ed in uno la luna piena, simbolo del demonio, con la civetta, simbolo antico della vigilanza notturna [...]
»

Il capitello a cui si riferisce il marchese è così ricco di personaggi che da solo ci racconta il mondo delle superstizioni medievali!


Nello spicchio rivolto verso l'altare si celebra la Chiesa temporale: un prete assistito da due diaconi officia sull'altare [sopra].

Poi viene, lontano dall'altare, nell'oscurità, la degradazione e il peccato [sotto] : un uomo barbuto dalla cui bocca esce un gorgo e nell'angolo spunta dall'intrico delle foglie una civetta, sormontata dalla luna piena...

« L'ottavo presenta un altare, e presso questo due sacerdoti in paramenti, e nell'angolo destro un serpente a testa d'uomo, figura del demonio o del paganesimo*. »



Il marchese parla del nostro capitello riferendosi alle tavole del suo fascicolo che illustravano le sculture. Quando non esisteva internet, questi fascicoletti erano un ottimo mezzo per divulgare capolavori siti in paesini sperduti, destinati altrimenti all'oblio.

Ecco il disegnino che riproduce il capitello incriminato...


Oggi che le strade sono [un po'] più agevoli, consiglio a tutti una bella gita a Lugnano in Teverina per capirci qualcosa di più sui poteri diabolici delle civette!

Nota al testo ---

*Cfr. Lugnano città Teverina e la sua celebre collegiata di S. Maria Assunta in cielo, Monografia storico-artistica del marchese Giovanni Eroli, Narni 1903, p. 16.

Nessun commento: